LA BORSA AMERICANA IN LUTTO: E’ MORTO IL “RE DI WALL STREET” John Gutfreund fu Ceo della Salomon Brothers, azienda che alla fine degli anni Ottanta arrivò a controllare il 94% dei bond biennali del tesoro Usa

476
re di wall street

Si è spento all’età di 86 anni, a causa di alcune complicazioni polmonari, John Gutfreund, uno dei pionieri della Borsa americana, tanto che nel 1985 Business Week lo consacrò come ”the King of Wall Street”: un’incoronazione legata al ruolo dominante assunto in quegli anni dalla sua Salomon Brothers, che rivoluzionò la vendita dei bond diventando una delle compagnie finanziarie più influenti del mondo.

Gutfreund era il classico esempio del “self made man”: entrato nella società come tirocinante nel dipartimento statistiche con una paga di 45 dollari a settimana negli anni Cinquanta, arrivò poi a guidarla nel 1978 diventando nel 1988 il ceo di Wall Street più pagato, con 3,1 milioni di dollari. Nei suoi 38 anni alla Salomon Brothers ha incassato complessivamente 40 milioni di dollari, secondo Michael Lewis, autore di “Liar’s Poker”, un libro su Wall Street scritto nel 1989 che ha immortalato questo leggendario ma controverso finanziere d’assalto sempre con il sigaro in bocca.

Imprevista e rapida la sua uscita di scena dopo uno scandalo a fine anni Ottanta, quando la sua società arrivò a controllare circa il 94% dei bond biennali del tesoro Usa attraverso operazioni illegali. Con la morte di questa “icona” della finanza americana, si chiude formalmente un’epoca.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS