RE IBRAHIMOVIC TRASCINA IL PSG AI QUARTI DI CHAMPIONS In rete Rabiot, poi pareggia Diego Costa; Ibra firma il gol-qualificazione

557
Ibrahimovic

Nella seconda serata di Champions League della settimana, il Psg si qualifica ai quarti di finale del torneo europeo per la quarta volta consecutiva. E ci arriva con una gran prova di forza espugnando Londra e ripetendo lo stesso copione dello scorso anno, quando eliminato il Chelsea a Stamford Bridge. Match vinto 2-1 ispirato da un Di Maria incontenibile e un Ibrahimovic spietato. Proprio Ibra, che tante volte aveva lasciato a desiderare nelle sfide “dentro o fuori” con i top team europei, realizza una prestazione essenziale e cinica, mettendo in scena un assist per Rabiot e un gol. Per il Chelsea un’annata disgraziata.

I francesi iniziano il match sottovalutando i padroni di casa: vogliono uscire in palleggio e Rabiot, con 3 minuti appena sull’orologio, regala subito una chance di tiro a Diego Costa. Poi, bastano un paio di accelerazioni di Di Maria per concretizzare il possesso palla del Psg. Al 6′ Ivanovic ferma il gol all’argentino, ma dopo dieci minuti arriva il vantaggio parigino. Inizia Di Maria, continua Ibrahimovic col taglio giusto e l’assist, chiude Rabiot a un metro dalla porta. Salta ancora la difesa del Chelsea, già presa spesso d’infilata da Lucas. E dire che a centrocampo manca Verratti, che non recupera dai guai fisici nemmeno per la panchina.

Ma anche la retroguardia brasiliana del Psg non incanta. I parigini mantengono il controllo dei ritmi di partita a lungo, ma quando perdono il pallone arriva il pareggio. Al 27′, una doppia leggerezza di Rabiot e Thiago Motta aziona Willian: filtrante immediato per Diego Costa, che salta Thiago Silva e insacca l’1-1. Quinto tiro nello specchio della porta su 5 tentati per lo spagnolo, nella doppia sfida con la squadra di Blanc. L’onda emotiva si tinge di blu e cambia faccia al match: Hazard sale di colpi, tenta il tiro anche Fabregas, e poi ci riprova Diego Costa. Trapp è l’unico portiere impegnato da lì all’intervallo.

La ripresa sembra iniziare sulla falsa riga del primo tempo, coi Blues che accentuano la pressione col passare dei minuti. Al 60′ Hiddink perde il suo trascinatore: Diego Costa accusa un problema fisico e lascia il posto a Traoré. Al 67′ il Psg irrompe nella difesa inglese. I protagonisti sono sempre loro: Di Maria e Ibra: l’argentino vola sulla sinistra non visto da Azpilicueta, lo svedese ha già capito da dove arriverà il pallone e firma il 2-1. La qualificazione è assicurata. I minuti finali servono solo ai tifosi che hanno attraversato la Manica per esprimere la propria gioia. Se ufficializzerà il suo passaggio alla corte di Abramovich, Antonio Conte a questo punto rischia di allenare una squadra fuori dalle coppe europee, nella prossima stagione.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS