SLOVENIA, CHIUSE FRONTIERE: CI SARÀ SELEZIONE IN BASE A REGOLE SCHENGEN Il primo ministro Cerar: "non esiste più la rotta balcanica"

429
slovenia

La Slovenia chiude le frontiere “a tutti coloro che non sono in regola con i requisiti”. Sono le parole del ministro dell’Interno sloveno, che ha anche spiegato: “per i migranti ci sarà una selezione in base a ragioni umanitarie e alle regole di Schengen”.

Miro Cerar, il primo ministro sloveno, ha commentato questa decisione – presa in conformità con l’accordo sulla chiusura della rotta migratoria balcanica raggiunto al vertice Ue-Turchia di lunedì scorso a Bruxelles – sottolineando che la rotta migratoria balcanica non esiste più e che la Slovenia consentirà l’ingresso solo a chi è in possesso di documenti in regola per accedere all’area Schengen. ”Il vertice ha lanciato un chiaro messaggio a tutti i trafficanti di profughi e ai migranti illegali, e ora sanno che non c’è più la rotta balcanica”, ha detto Cerar.

Dopo la decisione della Slovenia, è arrivata anche quella della Macedonia e della Bulgaria, che hanno chiuso i loro confini. Il ministero dell’Interno di Belgrado vuole evitare a tutti i costi che i migranti restino all’interno del proprio territorio e ha deciso di imporre le stesse regole di ingresso previste dalla Slovenia.

La polizia ceca, inoltre, ha iniziato delle esercitazioni al confine con l’Austria per addestrare i militari a gestire l’imponente flusso di migranti. Lo ha dichiarato Tomas Tuhy, il capo della polizia:  “l’obiettivo è fare pratica nelle attività che vengono già condotte in Ungheria, Macedonia e Slovenia”. Le esercitazioni coinvolgono 200 poliziotti e 20 agenti doganali, i quali saranno schierati sul confine ceco-austriaco per garantire la sicurezza della frontiera. Le autorità di Praga, infatti, ritengono plausibile un arrivo in massa di profughi  se Vienna dovesse chiudere  completamente le proprie frontiere con la Germania.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS