VIOLENZA SULLE DONNE, MATTARELLA: “NO ALL’INDIFFERENZA” Il Capo dello Stato in occasione dell'8 marzo: "Non c'è crescita se non aumenta il lavoro femminile"

541
mattarella

“Non c’è libertà quando la donna a lavoro è vittima di violenze fisiche o morali o viene costretta a spazi di sofferenza. La violenza sulle donne è ancora una piaga della nostra società, che si ritiene moderna, e va contrastata con tutte le energie di cui disponiamo e con la severità di cui siamo capaci, senza mai cedere all’egoismo dell’indifferenza”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Quirinale durante celebrazione della Festa della Donna.

“Senza un aumento del lavoro femminile – ha spiegato il presidente -, il Paese non avrà la crescita che tutti speriamo e non potremo parlare davvero di uscita dalla crisi. Non è vero che il lavoro allontana la donna dalla maternità. E’ vero il contrario: proprio l’aumento del lavoro femminile può diventare un fattore favorevole alle nascite. Le politiche per la famiglia, comprese quelle di conciliazione dei tempi di sua cura con quelli di lavoro, sono un contributo essenziale allo sviluppo equilibrato e sostenibile del paese”.

Secondo Mattarella c’è “ancora tanto da fare per abbattere gli ostacoli concreti che si frappongono alla libertà di tante, troppo donne”. “Mi auguro – ha concluso – che la rafforzata presenza delle donne nelle istituzioni, nelle aziende, nelle università, nelle associazioni sociali, nei partiti, nei sindacati contribuisca a superare vecchie barriere culturali che non hanno più ragione di essere”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS