MILANO OMAGGIA 6 DONNE EROICHE NEL GIARDINO DEI GIUSTI Le protagoniste vengono da diverse parti del mondo

780
giardino dei giusti

Milano omaggia, per la festa della donna, sei straordinarie figure femminili. Un albero e un cippo saranno piantati nel Giardino dei Giusti in onore di Sonita Alizadeh, rapper afghana, Halima Bashir, medico in Darfur, Vian Dakhil, deputata irachena, Flavia Agnes, avvocatessa indiana, tutte donne impegnate in prima linea a salvaguardare la dignità calpestata del gentil sesso in Paesi dove la condizione femminile non è tutelata sufficientemente; e a due madri-coraggio, l’italiana Felicia Impastato e l’argentina Azucena Villaflor, che non hanno esitato a sfidare la morte per difendere il proprio diritto a conoscere la sorte dei figli, perseguitati e uccisi per le proprie idee politiche diverse da quelle della dittatura militare del Paese sudamericano.

La cerimonia fa parte di una tre giorni dedicata alla resistenza morale e civile delle donne per la propria dignità come patrimonio universale, tema scelto dall’Associazione Giardino dei Giusti di Milano, di cui la Onlus “Gariwo” fa parte con il Comune e l’UCEI – Unione Comunità Ebraiche Italiane, per la Giornata europea dei Giusti 2016. Istituita dal Parlamento europeo su proposta di Gariwo nel 2012 e insignita quest’anno per gli eventi di Milano della medaglia del Presidente della Repubblica, è celebrata con cerimonie, incontri, spettacoli e mostre, nei Giardini dei Giusti, nelle scuole, nei luoghi pubblici di molte città italiane ed europee come a Roma, Firenze, Assisi, Palermo, Praga, Londra, Varsavia.

“Gariwo, la foresta dei Giusti” – acronimo di Gardens of the Righteous Worldwide – è un’organizzazione no profit con sede a Milano che svolge la sua attività a livello internazionale. È stata fondata a Milano nel 1999 da Gabriele Nissim, Pietro Kuciukian, Ulianova Radice e Anna Maria Samuelli. La mission dell’associazione, presieduta da Gabriele Nissim, è di accrescere e approfondire la conoscenza e l’interesse verso le figure e le storie dei Giusti, con iniziative pubbliche, l’uso dei mezzi di comunicazione, il sito internet e i social network. Scopo principale è quello di creare dei “Giardini dei Giusti” in tutto mondo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS