COPPIA DELL’ACIDO, I PM: “CONDANNATE BOETTCHER A 26 ANNI” Per il magistrato l'aggressore è un "sadico psicopatico che si crede dio

819
Alexander Boettcher

Una richiesta di pena a dir poco “severa”: 26 anni di carcere. E’ quanto chiede il pm Marcello Musso per Alexander Boettcher, il broker a processo per una serie di aggressioni con l’acido. Il giudice ha individuato come episodio più grave, al centro del dibattimento, l’aggressione a Stefano Savi con “indebolimento permanente della vista, dell’olfatto e del tatto'”. Secondo il magistrato, Boettcher sarebbe un “sadico psicopatico”, una persona che si atteggia “ad essere come dio”, ma è la “rappresentazione del male”.

Il broker è stato già condannato a 14 anni per aver sfigurato Pietro Barbini. La stessa condanna è stata inflitta all’amante, Martina Levato, anch’essa già condannata in abbreviato a 16 anni nel processo bis sulle altre aggressioni nei confronti di Stefano Savi, Giuliano Carparelli e Antonio Margarito. Il presunto complice, Andrea Magnani, è stato invece già condannato a nove anni e quattro mesi per le aggressioni. I legali di Boettcher hanno chiesto ai giudici di dichiarare inutilizzabile l’interrogatorio che ha reso in aula e hanno presentato oltre venti richieste di perizie e testimoni, inclusa quella di una perizia medico-legale sulle lesioni riportate da Stefano Savi. Tutte le richieste sono state però respinte.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS