PANCHINA D’ORO 2016 AL CT BIANCONERO, ALLEGRI: “VINCERE NON STANCA MAI” Il tecnico juventino è stato votato dai colleghi di Serie A e B. Pioli secondo, Sarri terzo

641
Allegri panchina d'oro

Un trofeo che arriva in casa Allegri senza troppe sorprese. Il ct bianconero è infatti il vincitore per la stagione 2014/15 della “Panchina d’Oro”. Un anno, quello passato, per la Juventus, arricchito da uno scudetto, dalla Coppa Italia e dalla finale di Champions League. Antonio Conte, l’ex tecnico bianconero e vincitore delle tre edizioni prima di questa, ad ogni premiazione ricordava di come “Non sia mai facile farsi votare dai colleghi”.

Massimiliano Allegri è riuscito a prendere ben 27 voti su 51 (a scegliere il vincitore del trofeo sono i tecnici di A e B), precedendo il laziale Stefano Pioli (con 7 preferenze) e il napoletano Sarri (4 voti), la scorsa stagione allenatore dell’Empoli. “Vincere – dice l’allenatore della Juve – non stanca mai. Dobbiamo tornare a giocare meglio, ma, in questa fase, l’importante è ottenere i tre punti. Lo scudetto, ribadisco, si deciderà in volata e bisogna tenere d’occhio anche la Roma”.

“Venerdì dovremo affrontare una squadra, il Sassuolo, che ha fatto sempre eccellenti risultati e prestazioni con le più grandi. Poi, il Bayern Monaco: noi – continua il tecnico – non abbiamo l’ossessione della Champions, ma pensiamo di potercela giocare alla pari anche in casa loro. Il mio futuro? Sto bene alla Juve – conclude Allegri -, nella vita al 100 per cento non c’è mai niente di sicuro, ma non credo ci saranno problematiche”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS