FIGLIO INGRATO, LA MAMMA GLI PRESENTA IL CONTO

1130
ingrato

“Sei un ingrato che non apprezza il supporto della madre, economico e morale”. Sono parole molto dure quelle scritte una madre canadese, esasperata dalla presenza ingombrante del figlio 23 enne, che viveva in casa dei genitori senza contribuire alle spese o alla routine quotidiana, pretendendo che la madre cucinasse, lavasse e sbrigasse tutte le faccende da sola.

Il giovane, forse per trovare sostegno esterno, ha deciso di postare la foto del messaggio lasciato dalla madre sul social network Reddit. La foto mostra il messaggio, che accompagna una sorta di “conto” nel quale la donna ha diligentemente annotato tutte le spese sostenute per mantenere il figlio durante gli studi: vitto, alloggio, bollette più una multa di mille dollari, che la mamma gli ha inflitto per la sua ingratitudine e pigrizia.

Alcuni utenti della piattaforma social hanno commentato l’immagine, in molti criticando il comportamento della donna, ritenuto troppo intransigente. Altri, invece, hanno sottolineato che il rapporto madre-figlio non può essere ridotto a un mero scambio economico e che non si può dare un prezzo all’affetto e al sostegno della famiglia. La donna, però, ha risposto spiegando che quel messaggio era solo un modo per dimostrare al figlio che anche le cose più normali non possono essere date per scontate, neanche l’affetto di una madre o di un padre.

Forse, la donna aveva ragione: il giovane ha infatti ammesso di avere imparato la lezione. “Questa tecnica è stata molto efficace – ha scritto Chalipo, questo in nickname utilizzato dal ragazzo su Reddit – e mi ha aiutato a capire quanto mi sono comportato male. Spero un giorno di essere abbastanza ricco per sostenere la mia famiglia e rimborsarla”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS