23ENNE UCCISO AL COLLATINO: FERMATE DUE PERSONE Il corpo, ritrovato all'interno della sua casa, mostrava segni di violenza

743
latitante

Un ragazzo italiano di 23 anni è stato ucciso ieri sera in un appartamento di via Igino Giordani, nel quartiere Collatino, alla periferia di Roma. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri del nucleo investigativo di via Selci e i militari dell’Arma della compagnia di Piazza Dante. Secondo quanto si è appreso, il corpo del ragazzo è stato trovato nella tarda serata di ieri e presentava segni di violenza. Al termine dei rilievi in casa della scientifica, è partita la caccia all’uomo. Due persone sospettate dell’omicidio, dopo essere state interrogate per tutta la notte dai carabinieri del nucleo investigativo e della compagnia di piazza Dante, sono state fermate.

Secondo gli ultimi dati Istat, sono i cittadini italiani che vivono nelle grandi città ad essere meno sicuri. I comuni italiani sono infatti tartassati da reati come furto, omicidio, rapine, ecc e le denunce sono in continuo aumento. Sia Roma che Milano registrano un forte numero di denunce per crimini come furti, droga, rapine e omicidi. A Roma, nel 2015 il numero dei borseggi ha subito un aumento del 31%. Sud e isole si confermano invece in testa per quanto riguarda gli omicidi, con un’incidenza grosso modo doppia rispetto al nord-ovest, e quadrupla rispetto al nord-est. Nuoro e Crotone registrano nel 2014 il maggior numero di omicidi rispetto alla popolazione che vi abita. A Torino invece le denunce per danneggiamenti superano quelle di qualsiasi altra città italiana, con Milano e Genova che seguono grosso modo sullo stesso livello.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS