LIBERI CALCAGNO E POLLICARDO: “VOGLIAMO TORNARE A CASA”

556
ostaggi liberati

Giulio Pollicardo e Filippo Calcagno, gli altri due italiani rapiti dall’Isis e sopravvissuti al blitz di Sabrata, sono stati liberati. La notizia è stata riportata dall’edizione online della Stampa che ha fatto scattare le verifiche della Farnesina. Poco dopo è arrivata la conferma da parte del figlio di Pollicardo che mentre rientrava a casa, visibilmente commosso, ha detto: “E’ finita! E’ finita!”. La moglie Emma Orellana ha detto di averlo sentito al telefono.

I due ex ostaggi hanno poi scritto un messaggio, inviato e pubblicato dal Corsera, insieme a una loro foto.”Io sono Gino Pollicardo e con il mio collega Filippo Calcagno oggi 5 marzo 2016 siamo liberi e stiamo discretamente fisicamente, ma psicologicamente devastati – si legge -. Abbiamo bisogno di tornare urgentemente in Italia”.

“Ho appena sentito al telefono mio padre, è libero – ha raccontato all’Ansa Gianluca Calcagno, figlio di Filippo -. Sta bene, anche se è molto provato. Mi ha detto che in questo momento lui e Gino Pollicardo sono nelle mani della polizia libica e che non vedono l’ora di rientrare in Italia”.

Il capo del Consiglio municipale di Sabrata, Hussein al-Zawadi, ha sostenuto che i due italiani sono riusciti a sfondare da soli la porta principale della casa in un cui erano tenuti prigionieri nella parte nord-ovest della città libica, liberandosi così dalla prigionia di un gruppo affiliato all’Isis. Hussein al Zawadi, ha anche confermato all’Ap che gli altri due ostaggi, Fausto Piano e Salvatore Failla, sono rimasti uccisi negli scontri tra jihadisti dell’Isis e truppe fedeli a Tripoli insieme a milizie alleate.

in aggiornamento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY