TERRORISMO, GLI 007: “ITALIA SEMPRE PIU’ ESPOSTA ALLA MINACCIA” La relazione annuale dell'intelligence: "Non ci sono riscontri specifici su piani jihadisti". Foreign fighters: la rotta balcanica è la più pericolosa

475
antiterrorismo

L’Italia “appare sempre più esposta” alla minaccia terrorista, anche se non sono emersi specifici riscontri su piani jihadisti. Lo rileva la relazione annuale dell’intelligence inviata oggi al Parlamento, sottolineando come nella propaganda jihadista non siano mancati i riferimenti all’ Italia come nemico per i suoi rapporti con Usa e Israele e per il suo impegno contro il terrorismo. La maggiore esposizione al rischio emerge anche in relazione al Giubileo e alla possibile attivazione di nuove generazioni di aspiranti mujahidin che aderiscono alla campagna promossa dall’Isis.

Non c’è, tuttavia, alcun riscontro di possibili infiltrazioni terroristiche nei flussi migratori dal Nordafrica, mentre il rischio “si presenta più concreto” lungo la rotta balcanica, considerata zona di transito privilegiato di foreign fighters (oltre 900 sono partiti da lì per i teatri di guerra), nonché area di “realtà oltranziste consolidate”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS