GRAN BRETAGNA, SCOPERTO ENZIMA CHE MANTIENE LA PELLE GIOVANE I risultati di questo studio potrebbero avere risvolti molto importanti, come lo sviluppo di nuovi farmaci anticancro

612
enzima

È una scoperta importantissima quella fatta dai ricercatori dell’Università di Newcastle: grazie a uno studio dell’ateneo inglese è stato identificato l’enzima che mantiene “giovani” le cellule della pelle. Pubblicati sul Journal of Investigative Dermatology, i risultati di questo studio non si limitano ad aprire le porte a futuri cosmetici anti età, ma potrebbero avere risvolti molto più importanti, come aiutare a capire come invecchiano gli organi e sviluppare nuovi farmaci, anche anticancro.

L’enzima, che si chiama Complex II, è stato identificato nelle centraline che danno energia alle cellule, i mitocondri e secondo i ricercatori tenderebbe a ridursi con il passare degli anni: lo scopo della ricerca, quindi, è capire se è possibile possibile o meno mantenerlo costante nel tempo per evitare l’invecchiamento. “Questo enzima è il cardine tra due importanti modi di produzione dell’energia nelle nostre cellule – spiega Mark Birch-Machin, coordinatore dello studio – e il calo della sua attività contribuisce a ridurre la bioenergia nelle cellule che invecchiano”.

L’attività di Complex II è stata misurata attraverso campioni di pelle di 27 persone tra i 6 e i 72 anni che hanno accettato di sottoporsi a controlli periodici: il calo dell’attività dell’enzima è stato riscontrato solamente in quelle cellule che avevano smesso di crescere, ossia in quelle delle persone più adulte. ‘”Quando il nostro corpo invecchia, i mitocondri si esauriscono, e aumentano i radicali liberi che sono dannosi – precisa Birch-Machin- un processo che si può vedere facilmente sulla nostra pelle, quando appaiono segni e rughe”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS