IRAQ, LA DELTA FORCE USA CATTURA UN LEADER DEL CALIFFATO La Cnn aveva già anticipato che "attività sul terreno" erano in avanzata fase di preparazione

526

Le forze speciali statunitensi hanno catturato un importante miliziano dello Stato Islamico in Iraq. Si tratta della prima volta, da inizio conflitto, che le forze speciali intervengono direttamente sul terreno per catturare un leader del Califfato. Secondo quanto riportato dalla Cnn, l’operazione – che il Pentagono stava preparando da settimane – è scattata nella notte, quando una squadra della Delta Force ha catturato quella che viene definita una “figura di rilievo” dell’Isis.

L’identità del miliziano catturato non è stata resa pubblica. Si sa che è già stato interrogato in una struttura detentiva temporanea a Erbil, nel nord dell’Iraq, e che la sua situazione è stata notificata al Comitato internazionale della Croce Rossa, un’associazione privata incaricata di garantire il rispetto del diritto internazionale umanitario.

L’anno scorso in un raid simile era stata catturata in Siria la moglie di un leader del Califfato, Abu Sayyaf, ed è probabile che tra le due operazioni possa esserci un nesso: le informazioni fornite dalla donna potrebbero aver guidato gli uomini delle forze speciali sul nuovo obiettivo. La Cnn già nei giorni scorsi aveva anticipato che “attività sul terreno” erano in avanzata fase di preparazione.

I funzionari americani hanno assicurato alla stampa di non avere intenzione di aprire una nuova prigione per i membri catturati dello Stato Islamico né di mandarli a Guantánamo, il carcere di massima sicurezza che il presidente Barack Obama sta cercando di chiudere nonostante l’opposizione del Congresso controllato dai Repubblicani.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS