I ROLLING STONES A CUBA: A MARZO CONCERTO STORICO A L’AVANA La rock band più famosa del mondo volerà a Cuba il prossimo 25 marzo per un grande concerto gratuito

764
Rolling Stones

I Rolling Stones, il più grande gruppo rock del mondo, andranno a Cuba il prossimo 25 marzo per uno storico concerto gratuito, che segnerà – assieme alla visita ufficiale del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, prevista sempre per marzo – un ulteriore segnale di disgelo nei confronti dell’isola castrista.

Sono stati gli stessi musicisti a confermare la notizia attraverso un comunicato: “abbiamo suonato in molti posti speciali nella nostra lunga carriera – hanno scritto i Rolling Stones – ma questo concerto a L’Avana è destinato a diventare un evento storico per noi e, speriamo, anche per tutti i nostri amici cubani”.

Di un possibile concerto a Cuba si parlava già da diversi mesi, soprattutto dopo la visita a L’Avana di Mick Jagger e dopo i concerto di Darryl Jones, il musicista americano che ha preso il posto di Bill Wyman al basso nella band, che aveva scelto proprio Cuba come una delle tappe del suo tour da solista.

Il concerto dei Rolling Stones si terrà nella Ciudad Deportiva, il principale stadio di baseball della capitale, un luogo che si riempirà sicuramente di migliaia di fan della band. Secondo la blogger dissidente Yoani Sanchez, i Rolling Stones hanno rappresentato per varie generazioni di cubani tutto quanto vi è di proibito, un atteggiamento di ribellione nei confronti dell’ossessivo controllo poliziesco. La figura di Mick Jagger, era l’esatto contrario dell’uomo nuovo che la dittatura castrista voleva creare, obbediente e disciplinato. “Questo magrolino dalla vita convulsa – ha precisato Yaoani – incarnava l’antimodello, tutto quello che non dovevano imitare”. Il concerto a Cuba sarà la tappa finale dell’ “América Latina Olé Tour”,durante il quale la band ha suonato in Cile, Argentina, Uruguay e Brasile.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS