CAMPIDOGLIO, RAGGI: “TRASPARENZA E TRASPORTI LE PRIORITA'” La candidata grillina al Tempo: "Le Olimpiadi sono un regalo economico usato per costruire opere destinate a rimanere incompiute"

623
virginia raggi

No alle Olimpiadi, decoro e rinnovato spirito civico. Sono alcuni dei punti del programma con cui Virginia Raggi, candidata al Campidoglio, si presenta a i romani. “Faremo tutto quello che diciamo – ha promesso durante un’intervista al Tempo – le priorità sono la trasparenza, specie dopo Mafia Capitale, i trasporti, visto che Roma è la tredicesima città del mondo, la quinta in Europa e la prima in Italia per traffico, e la gestione dei rifiuti, che da scarti possono diventare una risorsa”.

Raggi ha poi detto che non la spaventa dover fronteggiare un debito di 13 miliardi: “No, sono determinata. Peraltro a quanto ci risulta il debito del Campidoglio potrebbe anche arrivare a 16 miliardi. Un buco di bilancio spaventoso che pagheremo noi romani caricandoci una spesa di 200 milioni all’anno fino al 2040. Io e gli altri ex consiglieri comunali del M5s abbiamo chiesto di poter accedere a tutte le carte per verificare i contratti sottoscritti con le banche e la presenza di derivati ma non ce l’hanno mai permesso. Presto faremo chiarezza”.

Chiusura netta alle Olimpiadi: “Sono un regalo economico a una città che spesso viene usato per costruire grandi opere che restano incompiute o, più in generale, come una grande mangiatoia. Io sono contraria, penso che prima vada risistemata la città. Bisogna concentrarsi sull’ordinario. In ogni caso informeremo i cittadini dei costi e dei rischi delle Olimpiadi”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS