ALLERTA MALTEMPO, CINQUE VITTIME In Calabria, un agricoltore di 51 anni è morto sotto un albero abbattuto dal vento

816

Il maltempo sta flagellando l’Italia, provocando anche delle vittime. Un agricoltore calabrese di 51 anni, Rocco Montorro, è morto ieri a Candidoni, nella Piana di Gioia Tauro, schiacciato da un albero di eucalipto di grandi dimensioni, sradicato a causa del forte vento, e caduto sulla sua automobile. L’uomo stava rientrando a casa dopo avere trascorso la mattinata in campagna a lavorare. La morte è stata istantanea e i soccorsi dati dai vigili del fuoco si sono rivelati inutili.

In modo simile, schiacciati da un albero caduto sull’auto su cui viaggiavano, hanno perso la vita due uomini, nel Casertano. Altri due sono invece annegati, l’uno in provincia di Macerata, l’altro nel Veronese.

Persistono al Nord nevicate abbondanti anche sotto i mille metri di altezza, oltre a piogge persistenti a quote più basse. I forti rovesci delle ultime ore ha causato una frana sui binari della linea ferroviaria Biella-Novara, che ha fatto deragliare il treno regionale 4835 diretto a Novara. Illesi i 13 passeggeri, ma l’incidente, avvenuto tra Cossato e Rovasenda, ha provocato l’interruzione della circolazione ferroviaria sulla linea, dalle 6.20 del mattino per diverse ore.

Nevica dalla Valle di Susa a nord della regione Piemonte. Novanta centimetri di neve al colle di Tenda, tra Italia e Francia, al Colle della Maddalena. La bufera che la notte scorsa ha colpito il Cuneese ha causato vari disagi, soprattutto alla viabilità. Sono stati oltre 35, gli interventi dei vigili del fuoco. In Valle Stura, un tir di traverso lungo la carreggiata ha bloccato il traffico per oltre un’ora. Numerosi gli alberi spezzati dal peso della neve e le auto fuoristrada, soprattutto nelle zone di Saluzzo e Bra. In Liguria, la protezione civile ha diramato l’allerta gialla su tutto il territorio per il rischio piogge. Mentre è stata data l’allerta in numerose località della Penisola, a causa del forte vento.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS