LIBIA, SCONTRI A SABRATHA TRA I MILITARI E L’ISIS: ALMENO 21 MORTI La città era stata attaccata quattro giorni fa dagli uomini del Califfato. Colpito un edificio sulla strada del litorale

694
sabratha

Sono ripresi gli scontri tra l’esercito di Tripoli e i miliziani del Daesh a Sabratha, città dell’ovest della Libia attaccata quattro giorni fa dal Califfato. Lo riferiscono diversi media locali che parlano di “almeno 21 morti” nei combattimenti avvenuti nelle scorse ore.

Secondo il sito AfrigateNews, che cita il sindaco di Sabratha, Hussein al Thawathi, “gli elementi dell’organizzazione terroristica sono stati assediati in un edificio sulla strada del litorale”. Edificio che “è stato colpito provocando la morte di tutti gli occupanti”, che sarebbero 21 combattenti, come riferisce il sito.

Sabratha, che si trova a 66 chilometri a ovest di Tripoli e a metà strada tra la capitale libica e la frontiera tunisina, è teatro da alcuni giorni di scontri dopo un’attacco compiuto da uomini della filiale libica dell’Isis con l’intento di prendere il controllo della città.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS