A Chiari una “Tenda” per la pace

773
pace

Ritorna, a Chiari, l’immancabile appuntamento con la “Tenda della Pace”. Un’iniziativa, inaugurata nel 2013, e giunta alla sua terza edizione, promossa da varie realtà locali che credono nella promozione di spazi d’incontro e confronto per la diffusione della cultura della pace. Iniziata con l’arrivo, in piazza martiri della Libertà, dell’enorme bandiera arcobaleno, portata dai ragazzi della città, la manifestazione prosegue con numerosi incontri. Artisti ed intellettuali si confrontano con i cittadini sui temi della pace. Tra di loro, il fotografo e alpinista Fausto De Stefani.

Poi laboratori di pensiero per studenti e adolescenti durante i pomeriggi, e spettacoli musicali la sera, dove si raccolgono fondi per la missione di don Piero Marchetti Brevi in Mozambico. Nessuno rimane in ombra: per i portatori di handicap c’è un momento d’incontro tra la sezione disabili del Cfp Zanardelli con i pari età dello stesso istituto e di quelli dell’Einaudi. Numerose le iniziative, come “Abbattiamo i muri”, attività con i ragazzi dell’Acr seguita da “Giochiamo insieme”, attività aperta a tutti gli adolescenti. E ancora, “Dal Pakistan a Chiari per la rotta di terra. Le nuove forme della migrazione”, ovvero la testimonianza dei richiedenti asilo a Chiari. Domenica 28, alle 11.30, spazio a “I testi sacri raccontano la pace”, momento di riflessione guidato da un sacerdote e un imam. A chiudere la manifestazione un pranzo comunitario in piazza, con cibi e piatti locali da condividere con tutti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS