TURCHIA: LIBERATI 2 GIORNALISTI, ERANO IN CARCERE DA 3 MESI Avevano scritto un articolo sul presunto invio di armi irregolari in Siria. Secondo la Corte Costituzionale la loro detenzione era illegale

488
giornalisti liberati

Due giornalisti turchi, in carcere da tre mesi per un articolo scritto sul presunto invio di armi irregolari in Siria, sono stati rimessi in libertà, dopo che la Corte Costituzionale aveva definito illegale la loro detenzione. Can Dundar e Erdem Gul sono stati liberati all’alba ora locale dal carcere di alta sicurezza di Silivri, vicino ad Istanbul, dove li attendevano decine di giornalisti.

L’alto tribunale ha deciso giovedì pomeriggio che il carcere preventivo ledeva i diritti tanto personali che di espressione di entrambi i giornalisti. Dundar, direttore del quotidiano di opposizione Cumhuriyet, e Gul, responsabile della sede di Ankara, erano stati arrestati il 27 novembre scorso per presunti atti di spionaggio, cospirazione contro le autorità e collaborazione con il terrorismo, reati per cui la procura chiedeva l’ergastolo.

Accolti dai familiari all’uscita dal carcere, i due reporter hanno auspicato che questa soluzione storica venga ora “applicata per tutti i giornalisti, per la libertà di stampa e di espressione” nel Paese. Rilevando con ironia che la data del loro rilascio, il 26 febbraio, coincide con il giorno di nascita del presidente Recep Tayyp Erdogan, Dundar ha dichiarato: “Siamo molto contenti di festeggiare il suo compleanno e il nostro rilascio”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS