SCHAUBLE: “RIDURRE IN MANIERA DRASTICA IL NUMERO DI PROFUGHI. ALTRIMENTI NON CE LA FACCIAMO” La “soluzione europea” resta, secondo il Ministro, l’unica possibilità per la sopravvivenza dell’economia tedesca

609
schaeuble

“Il numero dei profughi deve ridursi in maniera drastica, altrimenti non ce la facciamo più”. È l’appello lanciato dal ministro tedesco delle Finanze Wolfgang Schäuble, in un’intervista con l’agenzia di stampa tedesca Dpa, alla vigilia dell’incontro dei ministri delle Finanze e dei presidenti delle banche centrali dei Paesi del G20, in programma venerdì e sabato prossimi a Shanghai, in Cina. “Dobbiamo fare attenzione a che l’Europa venga ancora percepita come rilevante”, ha aggiunto il ministro tedesco, sottolineando poi che anche a Shanghai si spenderà per chiedere maggiori aiuti finanziari per l’emergenza profughi e per sostenere il corso di Angela Merkel: “Certo, siamo un governo. Esiste solo una soluzione europea”, ha concluso.

Il 73enne Schäuble è un politico tedesco appartenente al partito della stessa Merkel, il Cdu, ed è stato nominato Ministro delle Finanze dopo le elezioni federali del 2009 che hanno portato alla formazione di una coalizione di governo tra CDU/CSU e FDP. La frase “Non ce la faremo” non è stata pronunciata a caso, ma riprende volutamente – e polemicamente – l’espressione “ce la faremo”, usata dalla cancelliera Angela Merkel per promettere ai tedeschi di poter assorbire l’ondata di profughi dalla Siria. La “soluzione europea” resta, secondo il Ministro, l’unica possibilità per la sopravvivenza dell’economia tedesca.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS