DISASTRO AEREO IN NEPAL: MORTI I 23 PASSEGGERI Il volo della Tara Air, ha precisato la polizia, era scomparso dai radar mentre volava in condizioni di cattiva visibilità

694
aereo

E’ stata trovata la carcassa dell’aereo precipitato nella giungla in Nepal che in un primo momento era stato dato per disperso. Le squadre di soccorso hanno trovato l’aereo tra le montagne di Soli Ghoptebhir. Le 23 persone che si trovavano a bordo, tra cui due bambini e due cittadini stranieri uno con passaporto cinese l’altro con un documento del Kuwait, sono tutte morte.

Il volo della Tara Air, ha precisato la polizia, era scomparso dai radar mentre volava in condizioni di cattiva visibilità. Il funzionario Yogendra Kuwar ha riferito che l’aereo avrebbe dovuto effettuare un breve volo, ma avrebbe perso ogni contatto con la torre di controllo pochi minuti dopo il decollo da un villaggio turistico di Pokhara, situato a 200 chilometri ad est di Kathmandu. Non essendoci punti di atterraggio tra i due aeroporti si è subito pensato ad un incidente.

L’aereo è un Viking 9N-AHH Twin Otter della compagnia privata Tara Air. Era partito alle 7:50 ora locale da Pokhara, località turistica a circa 200 km a ovest di Kathmandu, ed è scomparso dai radar poco dopo. Il tragitto verso Jomsom, un punto di partenza per uno dei trekking sul massiccio dell’Annapurna, durava circa 20 minuti. Il responsabile del controllo aereo dell’aeroporto di Pokhara ha detto di aver perso i contatti quando il velivolo ha raggiunto lo spazio aereo di Ghorepani che è di pertinenza dello scalo di Jomsom. Le ultime parole del capitano prima di entrare nei radar dell’aeroporto di Jomsom sono state: “Sono tornato, situazione normale a Gorepani”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS