ARGENTINA: NUOVO ACCORDO SUL DEBITO Dopo anni di contenzioso, il ministero delle Finanze argentino ha trovato un accordo con gli “hedge fund”

779
  • Español
argentina

L’Argentina fa un ulteriore e storico passo in avanti per chiudere il lungo contenzioso sul debito estero. Il Ministerio de Hacienda y Finanzas Públicas ha infatti raggiunto un nuovo accordo con altri 5 “hedge fund”, tra i quali ci sono Old Castle e Lightwater, i primi che dopo il default del 2002 presentarono un reclamo congiunto a Thomas Griesa, il giudice statunitense incaricato di seguire l’inchiesta sui famosi tango bond. A dare notizia di questa nuova intesa, Daniel Pollack, lo “special master” nominato dallo stesso Griesa per mediare le trattative con Buenos Aires.

L’accordo vale circa 250 milioni di dollari e, così come quelli raggiunti negli ultimi giorni con gli altri “hedge fund”, è vincolato alla cancellazione da parte del Parlamento argentino di due provvedimenti, una clausola fortemente voluta dal giudice Griesa e dalla quale dipende la sospensione della cautelare che impedisce a Buenos Aires di rimborsare il debito ristrutturato.

Stando all’accordo, l’Argentina, rilascerà circa 15 miliardi di dollari in obbligazioni, riuscendo così a pagare gli obbligazionisti coinvolti in anni di contenzioso e superando in questo modo la situazione di default che le impedisce da avere accesso ai mercati monetari globali .

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS