DA DUCHAMP A PISTOLETTO, A RAVENNA I GRANDI ARTISTI DEL ‘900 Sono 130 le opere della mostra "La seduzione dell'antico", oranizzata negli spazi del Mar

806
duchamp

Picasso, Duchamp, de Chirico, Morandi, Baj, Ontani, Bill Viola sono solo alcuni dei numerosi artisti del ‘900 protagonisti della mostra “La seduzione dell’antico. Da Picasso a Duchamp, da De Chirico a Pistoletto”, che si terrà a Ravenna negli spazi del Mar fino al 26 giugno. Sono 130 le opere esposte, un’ importante rassegna resa possibile grazie al sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Ravenna e frutto di un’attenta selezione del direttore del Mar, Claudio Spadoni.

L’obiettivo della mostra è illustrare il dialogo tra l’arte del ‘900 e l’antico, una contaminazione che è avvenuta in alcuni casi in modo manifesto, in altri in modo meno evidente. Il “richiamo all’antico”, come dimostra l’esposizione delle opere, è stato insopprimibile lungo tutto il ‘900: non furono solo gli artisti che si distaccarono ufficialmente dalle avanguardie ad attingere alla memoria storica, ma anche molti pittori che formalmente non rinunciarono mai alla loro appartenenza alle tendenze innovative.

In alcuni casi, le opere sono una vera e propria restituzione in chiave moderna di modelli dell’antico, in altri invece il passato ritorna sotto forma di evocazioni o addirittura di caricature di celebri capolavori. Un esempio per tutti, la Gioconda realizzata da Marcel Duchamp, nel quale l’artista francese raffigurò il famoso ritratto di Leonardo da Vinci con baffi e pizzetto, un’operazione quasi dissacratoria, ma che può essere interpretata come un omaggio all’arte del passato.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS