LA BOLIVIA AL REFERENDUM: NO AL QUARTO MANDATO DI EVO MORALES L'attuale Capo di Stato voleva modificare la Costituzione per potersi ricandidare alle presidenziali del 2019 e rimanere così in carica fino al 2025

645
  • Español
evo morales

Evo Morales non potrà candidarsi per il suo quarto mandato come presidente della Bolivia. E’ quanto hanno deciso i suoi connazionali che sono stati chiamati alle urne per un referendum ed esprimere quindi il loro favore o meno alla ricandidatura dell’attuale presidente. Il dato è emerso dagli exit poll e dai risultati preliminari del referendum che si è svolto ieri in Bolivia.

Con il 3,6% dei voti conteggiati il “no” è al 67%, mentre il “sì” al 33, secondo i dati della commissione elettorale. I risultati definitivi sono attesi per la giornata di oggi. MA anche per gli exit poll Morales ha perso, anche se con un margine ridotto. Secondo le rilevazioni dell’Ipsos i contrari sarebbero infatti il 52,3%, mentre i favorevoli alla sua quarta candidatura sarebbero 47,47%, mentre un’altro rilevamento dell’agenzia Mori parla rispettivamente del 51% e del 49%.

Morales, primo presidente boliviano di origine indigena, è in carica dal 2006 dopo essere stato rieletto per ben due volte con oltre il 50% dei voti. La sua volontà era quella di modificare la Costituzione del Paese che gli avrebbe permesso di ricandidarsi per le presidenziali del 2019 e rimanere così in carica fino al 2025. “Speriamo di battere il record del 2009 quando ha votato il 96% degli aventi diritto”, aveva dichiarato il Capo di Stato mentre si recava a votare, sottolineando inoltre l’importanza del “suffragio del popolo per la riforma della Costituzione, in modo da poter sapere se mi vogliono oppure no”.

L’esito del referendum è stato accolto con il silenzio stampa nel quartier generale del Mas -il movimento al socialismo guidato da Morales -, mentre l’opposizione si è riversata nelle strade del centro della città per festeggiare.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS