LE ISOLE FIJI DEVASTATE DAL CICLONE WINSTON: ALMENO 20 MORTI L'arcipelago è stato spazzato da raffiche di vento che hanno raggiunto anche i 325 chilometri orari

715
winston

E’ stato dichiarato lo stato di emergenza alle isole Fiji, dove il ciclone Winston ha lasciato dietro di sé morte e distruzione. Al momento le vittime accertate sono 20, ma secondo le autorità il bilancio finale potrebbe essere di gran lunga maggiore. Winston è il più potente ciclone che si sia registrato nella storia dell’arcipelago.

Con i suoi venti che hanno raggiunto anche i 325 chilometri orari, il ciclone Winston nella notte tra sabato e domenica ha raso al suolo decine di case, infrastrutture e costretto gli abitanti a rifugiarsi nei centri di evacuazione e di emergenza. “Le immagine giunte dalle valutazioni aeree delle zone colpite fanno male alcuore e non lasciano dubbi circa la ferocia di questo ciclone”, ha dichiarato il coordinatore delle Nazioni Unite per le Fiji. Osnat Lubrani.

“Il nostro Paese fa fronte a una grande prova – ha dichiarato il primo ministro Voreqe Bainimarama in un discorso alla Nazione -. Noi dobbiamo essere solidali e aiutarci a vicenda. State in allerta e preparatevi”. Inoltre il ciclone ha anche colpito l’isola Vanua Levu, sabato pomeriggio: sono stati sradicati alberi e divelti tetti, ma fortunatamente non si sono registrate vittime.

 

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS