GOLEADA ROMA: DOPPIETTA DI SALAH E DZEKO, IN RETE ANCHE KEITA Nel secondo tempo in campo anche Strootman. Totti assiste al match dagli spalti. Fischi per Spalletti

667
roma

Spalletti colleziona la quinta vittoria in Serie A. Questa volta la sconfitta in Champions e il caso “Totti” non hanno influenzato il match dei giallorossi contro il Palermo. All’Olimpico la Roma firma una goleada contro un Palermo stanco e scoordinato. Protagonisti dei gol Dzeko al 30′ (che 90 secondi prima non mette la palla in rete a porta vuota), Keita al 55′, Salah al 60′ e 62′, e di ancora il bosniaco all’89’.

Dagli spalti piovono fischi e applausi: i primi per l’ingresso in campo di Kevin Strootman. Dopo 392 giorni di assenza forzata a causa dei problemi al ginocchio sinistro, il centrocampista olandese è stato schierato nel finale di gara. Ma gli applausi e i cori sono anche per Francesco Totti, che dopo essere stato “cacciato” da Trigoria, ha assistito alla partita dalla tribuna, applaudendo e sorridendo. I fischi sono tutti per Spalletti, per molti la causa della rottura del capitano con la Roma.

Per le altre big della Serie A i risultati sono quasi tutti positivi. La Fiorentina vince a Bergamo e difende con i denti il terzo posto, il Sassuolo strappa all’Empoli 3 punti con vista sull’Europa, mentre il Genoa batte l’Udinese e si posiziona nella zona salvezza della classifica. Il Torino non va oltre lo 0-0 in casa con il Carpi (colpa anche di Maxi Lopez che si fa parare un rigore). Pareggio anche per Frosinone-Lazio. Per la squadra di Stellone un buon punto, che gli consente di arrivare a -2 dalla zona salvezza, a quota 25. La Lazio perde l’occasione di uscire dalla terra di nessuno di una classifica poco emozionante.

Dopo la il pareggio col Bologna, la Juve ora ha gli occhi puntati sul Napoli, che questa sera affronterà il Milan in quello che sarà il big match della 26° giornata di Serie A.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS