SIRIA: L’ESERCITO DI ASSAD AVANZA VERSO ALEPPO, UCCISI 50 JIHADISTI Le truppe governative hanno il sostegno dell'aviazione russa. Kerry: "C'è l'accordo con Mosca"

477
siria attentato isis

Sono almeno 50 i miliziani dell’Is rimasti uccisi nei combattimenti contro l’esercito siriano che sta avanzando verso la provincia di Aleppo. Il direttore dell’Ong, Rami Abdel Rahmane, ha ricordato che, nella loro progressione alla riconquista della provincia alla frontiera con la Turchia, le truppe di Damasco sono aiutate dai bombardamenti dell’aviazione russa. E sul fronte russo arriva una notizia storica: il segretario di Stato Usa John Kerry e il suo omologo russo Sergei Lavrov hanno raggiunto un accordo provvisorio sulle condizioni di una cessazione delle ostilità in Siria. A riferirlo è stato lo stesso Kerry indicando che però “rimangano ancora questioni irrisolte”.

“Abbiamo raggiunto un accordo provvisorio in linea di principio sui termini di una cessazione delle ostilità che potrebbe iniziare nei prossimi giorni”, ha spiegato Kerry in una conferenza stampa con il ministro degli Esteri giordano Nasser Judeh. Entrambi sperano che i rispettivi presidente, Obama e Putin riescano a discutere nei prossimi giorni in modo da completare l’accordo provvisorio.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS