CASO RIZZI, SALVINI: “IO PIU’ CATTIVO DEI GIUDICI. NELLA LEGA SI PAGA DOPPIO” Il leader del Carroccio conferma la linea dura. Maroni: "Se fossero confermate le accuse dovrà andarsene dal Consiglio"

564
salvini

Il caso Rizzi continua a tenere banco in casa Lega. Matteo Salvini è determinato ad andare a fondo nella vicenda e conferma la linea dura. “Se son convinto che qualcuno ha sbagliato io sono più cattivo dei giudici e in Lega ha finito. Chi sbaglia in Lega paga doppio” ha assicurato il leader del Carroccio a “La Telefonata”, fortunato programma tv condotto dal direttore di Libero, Maurizio Belpietro.

Nel frattempo Roberto Maroni ha convocato una riunione tecnica con tutti i direttori generali della sanità lombarda, per fare il punto sulla patata bollente. Al vertice a porte chiuse di Palazzo Lombardia parteciperanno i dirigenti di Ats, Asst e Irccs. Il governatore, con ogni probabilità, ribadirà la necessità di intensificare i controlli sulla corretta applicazione di norme e procedure, per garantire maggiore trasparenza.

“Se fossero confermate le accuse lui non può stare in Consiglio regionale – ha detto il presidente della Lombardia -. Spero riesca a chiarire e a dimostrare che non c’entra nulla con le accuse mosse. Se non riuscirà a farlo, la prima cosa che deve fare è andarsene”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS