MORRICONE, UNA STELLA SULLA WALK OF FAME Hollywood celebra il maestro con una cerimonia di premiazione a una settimana dagli Oscar

723
morricone

Ennio Morricone avrà la sua stella sulla Walk of Fame di Los Angeles. Il compositore e musicista italiano, ormai 87 enne, ha composto dal 1960 a oggi ben 450 colonne sonore di film come “La battaglia di Algeri”, “The Mission”, “Gli intoccabili” e “Bugsy”. Ora, è candidato all’Oscar per la musica dell’ultimo film di Quentin Tarantino, “The Hateful Eight”, e ha ricevuto nei giorni scorsi il premio Bafta – l’Oscar inglese – sempre per le musiche del film, un premio ritirato “in ritardo” rispetto alla cerimonia di premiazione e consegnato all’artista durante la sua esibizione allo O2 Arena di Londra.

Hollywood ha deciso di premiare Morricone con una targa sulla famosissima strada di Los Angeles, organizzando una cerimonia che si terrà il 26 febbraio e alla quale parteciperanno anche Tarantino e il produttore Harvey Weinstein, ex patron della Miramax e ora proprietario della Weinstein Company. La manifestazione avverrà durante il Los Angeles, Italia – Film, Fashion and Art fest, un festival creato da Pascal Vicedomini che di solito si svolge con una settimana di anticipo rispetto agli Oscar.

Morricone, quindi, ha deciso di volare in America – nonostante le sue condizioni di salute siano ancora instabili a causa di una recente operazione all’anca – per partecipare alla premiazione sulla Walk of Fame, dove scoprirà la stella numero 2574 della celebre strada. Il maestro, inoltre, assisterà alla serata degli Oscar, dove gli esperti si aspettano che vinca la tanto desiderata statuetta d’oro per la colonna sonora di “The Hateful Eight” . Il compositore, in passato, è già stato candidato al premio per ben 5 volte, ma in nessuna di queste è riuscito a vincere il titolo. Nel 2007 ha ricevuto un Oscar alla carriera che gli è stato consegnato da Clint Eastwood.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS