YEMEN ATTACCO CONTRO UNA CASERMA DELL’ESERCITO: 10 MORTI Un terrorista suicida si è fatto esplodere infiltrandosi in mezzo ad un gruppo di nuove reclute che attendevano di entrare nella caserma di Ras Abbas, ad ovest di Aden

627
yemen

Un nuovo attacco kamikaze contro una caserma dell’esercito governativo è avvenuto questa mattina ad Aden, città yemenita posta sull’estremità meridionale della Penisola araba. Secondo quanto riportato dall’emittente televisiva degli Emirati Arabi “al Arabiya”, un terrorista suicida si è fatto esplodere infiltrandosi in mezzo ad un gruppo di nuove reclute che attendevano di entrare nella caserma di Ras Abbas, ad ovest di Aden. Il primo bilancio dell’attentato è di almeno dieci morti, ma si teme che la cifra possa aumentare ancora. Ad Aden le milizie ribelli sciite fedeli all’imam Abdel Malik al Houthi – presidente de facto dello Yemen – e quelle jihadiste di al Qaeda compiono attentati e omicidi mirati contro obiettivi del governo del presidente de iure Abd Rabbuh Mansur Hadi, l’unico riconosciuto a livello internazionale.

Proprio ieri il governatore yemenita di Aden, Aidirus al Zubieidi, è sfuggito a un tentato omicidio da parte dei ribelli, il secondo attentato dal quale si salva nel corso di un mese. Secondo quanto riferisce l’emittente televisiva ‘al Jazeera’ del Qatar – piccolo Stato posto nella costa est della penisola araba – un commando armato aveva attaccato il suo convoglio nel quartiere di al Mansura, ingaggiando uno scontro a fuoco con le guardie del governatore. Nel conflitto erano rimasti uccisi tre aggressori; cinque guardie del corpo e due passanti erano solo rimaste ferite. La città di Aden è la capitale temporanea del governo yemenita in attesa che le truppe fedeli al presidente Hadi raggiungano Sana’a – capitale storica – ancora occupata dai ribelli sciiti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS