TANGENTI IN LOMBARDIA: PRONTA UNA MOZIONE DI SFIDUCIA PER ROBERTO MARONI Pd e Patto civico hanno annunciato che entro domani depositeranno la mozione contro il presidente della Regione

677
mozione di sfiducia

Pd e Patto civico hanno annunciato che entro domani depositeranno una mozione di sfiducia nei confronti di Roberto Maroni che tenga conto delle “responsabilità politiche” del presidente della Regione nella vicenda giudiziaria che ha coinvolto il consigliere della Lega, Fabio Rizzi. Il leghista e presidente della commissione regionale Sanità è coinvolto insieme alla moglie nell’operazione “Smile” per irregolarità negli appalti odontoiatrici in aziende ospedaliere della Lombardia. Insieme a loro altre 20 persone sono state arrestate con l’accusa di associazione a delinquere, turbativa d’asta e riciclaggio.

Gli esponenti lombardi dei due schieramenti hanno poi aggiunto che ritengono un “dovere” dell’opposizione, ovvero di “insistere, urlare, gridare che vuole le dimissioni del presidente della Regione”, pur sapendo che i numeri in aula non permetteranno questo esito.

“Ieri – ha sottolineato il coordinatore regionale del Pd, Alessandro Alfieri – abbiamo avuto l’ennesimo scandalo che ha investito la sanità lombarda. Finora, ci sono state 6 indagini che hanno riguardato il sistema regionale: siamo passati dal sistema Formigoni al sistema Lega”. Alfieri ha, infatti, fatto notare che “Rizzi e altri coinvolti ricoprono o hanno ricoperto incarichi in Lega. Altro che discontinuità – ha poi aggiunto – e questo è il punto fondamentale della nostra critica politica e la responsabilità politica di Maroni è enorme”. “Si tratta di un vero e proprio problema politico – ha rincarato Umberto Ambrosoli del Patto Civico – e non solo giudiziario. E il fatto che Maroni non se ne accorga è indice di una gravissima inadeguatezza che si aggiunge al problema giudiziario ma che da sola già sarebbe sufficiente a staccare la spina”.

L’opposizione, dunque, come spiegato dal capogruppo Pd, Enrico Brambilla, chiede conto al presidente Maroni di non essersi “accorto che la Lega aveva costruito nel settore odontoiatrico un suo feudo”. La mozione denuncia la ritenuta “incapacità di Maroni di portare a termine l’azione di pulizia sulla base della quale i Lombardi gli avevano dato fiducia e l’avevano eletto”. La mozione verrà depositata tra questa sera e domani mattina, nel frattempo Pd e Patto Civico auspicano che il M5S voglia sottoscriverla. La discussione in Aula, invece, seguirebbe i tempi tecnici di regolamento per approdare in assemblea tra due sedute.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS