VIRUS ZIKA, L’OMS: “NECESSARI 18 MESI PRIMA DI TESTARE I VACCINI SU LARGA SCALA” Più breve invece il tempo che servirà per dimostrare se esiste un collegamento con le microcefalie dei neonati

754
zika

Mentre in tutto il mondo continuano ad aumentare le vittime causate dal virus Zika, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato che per le sperimentazioni su larga scala di possibili vaccini si dovrà aspettare almeno 18 mesi. Proprio oggi, le autorità del Venezuela hanno annunciato il decesso di tre persone a causa delle complicazioni dovute alla malattia.

“Il contesto sta evolvendo molto rapidamente ed i dati cambiano ogni giorno. Circa 15 compagnie o gruppi hanno avviato lavori sui vaccini. Molti hanno appena cominciato”, ha dichiarato in una conferenza stampa Marie-Paule Kieny, vice direttore generale dell’Oms per i Sistemi di salute e l’innovazione. 

Kienyha spiegato che al momento due dei possibili sieri per combattere il Virus Zika sembrano essere più sviluppati: il primo è un vaccino a Dna del National Institute for Health (Us), mentre l’altro è un prodotto disattivato della Bharat Biotech, In India, ma ha anche precisato che l’assenza di modelli animali e reagenti rallenta lo sviluppo.

Sarà invece più breve il tempo stimato dall’Oms per fare chiarezza sui probabili legami tra il virus Zika e la microcefalia dei neonati, che dovrebbe avvenire entro “alcune settimane”. Invece per quello che riguarda la sindrome di Guillain Barre, il legame con Zika deve essere ancora dimostrato. “Abbiamo ancora alcune settimane per essere sicuri e dimostrare la causalità” ha aggiunto Kieny, ma secondo l’esperto dell’Oms il legame è probabile.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS