AFGHANISTAN, LA NATO: IL DAESH VUOLE UNA BASE NEL NANGARHAR Il vice comandante della Missione "Resolute Support": "I miliziani operano in 4 o 5 distretti al confine col Pakistan"

488
isis afghanistan

Il Daesh punta a rafforzarsi in Afghanistan creando una base operativa nella provincia orientale di Nangarhar, dove in questi giorni si sono verificati aspri scontri con i talebani. Lo sostiene il generale Wilson Shoffner, vice comandante della Missione “Resolute Support” della Nato, confermando che i militanti dell’Isis operano in quattro o cinque distretti remoti al confine con il Pakistan.

L’alto ufficiale responsabile per le Comunicazioni ha spiegato che “stiamo vedendo come l’Isis stia cercando di costituire là una base operativa” e come “le forze di sicurezza afghane abbiano ottenuto un certo successo nel contrastare questo progetto”. “Dopo aver ricevuto le autorizzazioni anche la Nato ha accresciuto gli attacchi contro questo gruppo” che, ha proseguito, “dovrebbe avere fra 1.000 e 3.000 militanti in Afghanistan”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS