STRAGE DI BIMBI IN PERU’: 12 DECESSI A CAUSA DEI MORSI DI PIPISTRELLI GIGANTI I minori, di età compresa tra gli 8 e 15 anni, sono morti in seguito a complicazioni del virus della rabbia

813
pipistrelli

È allarme in Perù per i morsi di pipistrelli giganti che hanno provocato la morte di 12 bambini. I minori, di età compresa tra gli 8 e i 15 anni di età e tutti “residenti” nella foresta amazzonica, sono morti in seguito alle complicazioni del virus della rabbia, una malattia virale trasmessa dai roditori volanti che causa l’infiammazione acuta del cervello negli esseri umani che porta quasi sempre al decesso. Le infezioni virali si sono propagate nel giro di pochi mesi, dal settembre scorso ad oggi.

Le autorità sanitarie peruviane hanno dichiarato lo stato di emergenza nella regione di Loreto, al confine con l’Ecuador, a 1.100 chilometri a Nord di Lima. Le vittime erano tutti ragazzi che vivevano nei villaggi di Yankuntich e Uncun all’interno delle foresta in zone molto remote, raggiungibili solo per via fluviale o in elicottero. I pipistrelli vampiri si nutrono di insetti e del sangue che succhiano dagli animali selvatici o dal bestiame. Me nelle aree in cui il loro habitat è stato distrutto, possono prendere di mira anche gli esseri umani.

«Le vittime sono state morse da pipistrelli vampiri, animali che si nutrono di sangue» ha spiegato il direttore sanitario della zona Hermann Silva. L’ultimo decesso risale a mercoledì scorso. Un bambino di otto anni e una ragazza di 22 sono stati salvati in tempo perché a loro è stato somministrato il vaccino anti rabbia. «Non siamo stati avvertiti subito dell’emergenza perché la popolazione indigena pensava che quelle morti fossero dovute a stregoneria» ha aggiunto Silva. Il governo peruviano ha intanto inviato nella zona una squadra di emergenza con infettivologi e veterinari e 20mila vaccini contro la rabbia per immunizzare quanto possibile la popolazione. Nel 2010 era scoppiata un’altra epidemia di rabbia causata dai morsi di pipistrelli nelle stesse zone. In quell’occasione, erano state morse oltre 500 persone e erano morti 4 bambini.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS