YEMEN: PROSEGUONO GLI SCONTRI PER LA CONQUISTA DI SANAA Aspri combattimenti a Nihm tra forze filo governative, sostenute dai raid sauditi, e ribelli sciiti

609
scontri yemen

Duri scontri tra le forze governative, appoggiate dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita, e i ribelli sciiti houti sono andati in scena a Nihm, nella provincia di Sanaa, capitale dello Yemen.

“L’importanza di Nihm” spiega un militare yemenita, “risiede nella sua piccola base militare, ripetutamente colpita dai raid aerei della coalizione, e nelle due montagne che dominano la postazione, quella di Sahar e quella di Yam. I nostri reparti hanno già assunto il controllo di Sahar. La base sarà presto completamente circondata e conquistata, a Dio piacendo”.

Gli huthi, zoccolo duro della minoranza sciita del Paese, alleati alle unità dell’esercito rimaste fedeli al’ex presidente Ali Abdallah Saleh, hanno lanciato nel luglio 2014 in Yemen, il più povero tra gli Stati della penisola arabica, un’offensiva che ha loro permesso di conquistare la capitale Sanaa e vaste regioni del nord, del centro e dell’ovest dello Yemen. Un’avanzata travolgente che, sino al momento dell’intervento della coalizione a guida saudita a fine marzo 2015, aveva loro temporaneamente permesso anche la conquista della roccaforte del sud, Aden.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS