AFGHANISTAN: SCONTRI TRA ISIS E TALEBANI, 10 MORTI NEL NANGARHAR Proseguono le lotte per il controllo delle regioni situate al confine col Pakistan. A Kandahar uccisi 6 agenti di polizia

492
talebani

Proseguono gli scontri tra miliziani del Daesh e talebani in Afghanistan. Ieri in un combattimento andato in scena nella provincia orientale di Nangarhar sono morte 6 persone e altre 10 sono rimaste ferite. Il colonnello Hazrat Hussain Mashriqiwal, portavoce della polizia provinciale, ha precisato che la battaglia è avvenuta nell’area di Karkani e che fra le vittime cinque appartengono all’Isis ed una ai talebani. I seguaci del “Califfo” Abu Bakr al Baghdadi stanno cercando di consolidare le loro posizioni in Afghanistan, ed in particolare nella provincia di Nangarhar al confine con il Pakistan, ma sono ostacolati in questo dalle forze di sicurezza afghane, dalla Nato e dai talebani.

Sempre ieri un agente di polizia afghano, probabilmente infiltrato dai talebani, ha ucciso a un check-point della provincia meridionale di Kandahar sei compagni, ferendone altri sette, e venendo a sua volta ucciso. Il portavoce del governo provinciale, Zia Durrani, ha precisato che l’attacco è avvenuto nell’area di Nouruddin Kala del distretto di Zerai dove l’agente ha utilizzato una droga per addormentare i suoi compagni, sparando poi contro di loro. L’azione è stata rivendicata dal gruppo fondamentalista secondo cui “l’attaccante, fedele all’Emirato islamico, ha ucciso 15 poliziotti, compreso il comandante del posto di controllo, Agha Wali”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS