MESSICO: UCCISA UNA REPORTER, PROSEGUE LA STRAGE DI GIORNALISTI Il corpo ritrovato a Puebla è di Anabale Flores Salazar, rapita lunedì scorso nella sua abitazione

776
reporter uccisa

Un’altra giornalista è stata uccisa in Messico. La procura di Veracruz ha, infatti, confermato che il corpo trovato nel vicino stato di Puebla appartiene alla reporter Anabel Flores Salazar, rapita lunedì scorso nella sua abitazione da un gruppo di uomini armati.

“Stiamo lavorando per cercare di scoprire cosa è successo e trovare i responsabili”, ha detto il procuratore Angel Luis Bravo a “Milenio TV”, aggiungendo che sul cadavere “c’erano segni di violenza”. Secondo i media locali, la reporter 32enne era seminuda e con le mani legate.

Madre di un neonato e di un bambino di 4 anni, Anabel negli ultimi sei mesi aveva lavorato per il quotidiano “El Sol de Orizaba” e si occupava in particolare degli omicidi e di cronaca nera locale.

Secondo i dati dell’organizzazione Articolo 19 che difende la libertà di stampa, dal 2000 sono stati uccisi a Veracruz 18 giornalisti, 10 dei quali negli ultimi 5 anni – ossia da quando è diventato governatore Javier Duarte de Ochoa – e altri quattro sono scomparsi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS