L’APPELLO DEGLI SCIENZIATI: ABOLIRE IL CONCETTO DI RAZZA Secondo alcuni studiosi il termine dovrebbe essere sostituito da "popolazione" o "stirpe"

598
razza

Un gruppo di accreditati biologi statunitensi denuncia l’inconsistenza del concetto di razza applicato agli studi di biologia e genetica sull’essere umano. E’ da tempo che la comunità scientifica rivela l’inesaustività del termine, che potrebbe essere sostituito dalle parole “popolazione” o “stirpe”. Se è vero che il linguaggio crea l’uomo, che le strutture della lingua che utilizziamo determinano la comprensione del mondo esterno a noi, ciò costituirebbe una Rivoluzione copernicana.

Sarebbe un vero cambio di paradigma, tutti gli studi di scienze sociali non sarebbero più improntati ai parametri di superiorità e inferiorità, di integrazione o di assimilazione, per lasciare spazio a studi che potessero indagare la specificità dell’ umano.

Seguiremo quindi in questa prospettiva gli studi del quartetto americano composto da  Michael Yudell, esperto di salute pubblica della Drexel University di Philadelphia, Dorothy Roberts, giurista dell’Università della Pennsylvania, Robert DeSalle, biologo evoluzionista dell’American museum of natural history, e Sarah Tishkoff, genetista dell’università della Pennsylvania, che si augurano che “i biologi trovino un modo migliore” per la classificazione clinica e di laboratorio.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS