IL MARTEDÌ GRASSO TRA TRADIZIONE E MODERNITÀ

870
martedì grasso

Si celebra oggi, in tutto il mondo, la festa del martedì grasso, e questo significa una sola cosa: la fine del Carnevale. Quella odierna è una ricorrenza cristiana; anzitutto si tratta del giorno antecedente il mercoledì delle ceneri, che segna l’inizio della Quaresima. Si festeggia con balli, canti, lauti pranzi e dolciumi, in quanto il periodo immediatamente seguente sarà di digiuno, penitenze e ristrettezze come previsto dalla Chiesa.

In Europa il suo significato è stato snaturato. Al giorno d’oggi, la società è meno ligia nel rispettare le ristrettezze imposte dalla Quaresima. Come risultato, il martedì grasso si è trasformato in una festa destinata soprattutto ai bambini: ci si veste in maschera e si festeggia nelle scuole, per le vie delle città e nelle piazze. In Italia, è un giorno di festeggiamenti che interessa tutta la penisola, e sebbene non si tratti di un giorno in rosso sul calendario, rimane una delle feste più amate dal popolo italiano, grazie alle allegorie, ai carri, alle sfilate.

Il martedì grasso deve il suo nome al fatto che, in vista delle penitenze, i credenti consumavano cibi grassi, fortemente calorici, che avevano da un lato lo scopo di fornire una riserva di energia per i tempi a venire, dall’altro quello di concedere un po’ di soddisfazione e divertimento ai cristiani, ben consapevoli delle difficoltà che poi avrebbero dovuto sostenere fino all’arrivo della Santa Pasqua. Negli USA, si è mutuato il nome francese, anche se in Gran Bretagna e nel Commonwealth britannico questa ricorrenza è anche conosciuta con il nome di “Shrove Tuesday”, che deriva dal verbo to shrive, ovvero confessarsi. In spagnolo, si chiama semplicemente “Martes de Carnaval”. In portoghese, ha il nome di “Terça-Feira Gorda”, che conserva l’aggettivo “grasso” come in italiano e francese.

Per quel che riguarda la data, essendo questa festa legata alla Pasqua, la sua è una ricorrenza mobile e non fissa nel calendario. Per poterla calcolare, basta riferirsi al giorno della Risurrezione di Cristo, quindi tornare indietro di 46 giorni per ottenere il mercoledì delle ceneri. Anche se questa ricorrenza è particolarmente sentita nei Paesi di origine cristiana, in altri ha assunto dei connotati locali molto importanti. Negli Usa è particolarmente sentito nella città di New Orleans, nello stato della Louisiana, tanto da attirare turisti da ogni dove. La ragione di ciò si deve alle origini etniche francesi di alcune regioni e città, di cui New Orleans rappresenta l’esempio più fulgido e importante.

In Brasile, il martedì grasso si fonde con i festeggiamenti di tutto il carnevale, una delle ricorrenze più importanti del Paese, tanto che si stima che il 70% dei turisti che, ogni anno, visitano il Brasile, lo fa durante tale ricorrenza. In Italia, Spagna e in Francia, il martedì grasso è il giorno principale del carnevale. Anche nei Paesi Bassi si conservano le stesse tradizioni, mutuate probabilmente dalla dominazione francese di questi territori durante i secoli.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS