MOON VILLAGE: IL SOGNO DELL’AGENZIA SPAZIALE EUROPEA Si tratterebbe del passo intermedio tra il successo della stazione Spaziale Internazionale e lo "sbarco" su Marte

528
moon village

Creare un Moon Village – una base internazionale sulla Luna – è il sogno di Johann-Dietrich Woerner, direttore generale dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). Ospite per la prima volta in Italia, in una conferenza organizzata alla facoltà di Ingegneria dell’università Sapienza di Roma, Woerner ha spiegato che dopo il successo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss), e prima di riuscire a “sbarcare” su Marte, il passo intermedio è la base. “Per ora è solo un sogno, non abbiamo tempi e modalità definite, ma è un sogno in cui crediamo e che può essere molto concreto”, ha spiegato Woerner, da pochi mesi alla guida di Esa e che ha voluto presentare il futuro dei programmi spaziali europei ai vertici italiani nel mondo della ricerca e dell’industria.

Il progetto della Stazione Spaziale Internazionale è ormai stato completato da tempo e potrebbe essere abbandonato dopo il 2024. E’ quindi il momento, secondo il direttore generale dell’Esa, di pianificare i prossimi progetti spaziali. La Luna non sarebbe un primo passo per poi andare su Marte, o un ripiego: “Un Moon Village sarebbe un’opportunità per tutti. E’ vicina e abbiamo molte tecnologie già pronte, sarebbe non tanto una miniera da sfruttare ma piuttosto un grande laboratorio per sviluppare nuove tecnologie, dove ad esempio installare grandi telescopi”. Forse un giorno alzeremo lo sguardo su una romantica luna piena e vedremo…un cottage ipermoderno; forse non tutti ne saranno entusiasti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS