ARMI FATALI IN USA, ALMENO 5 MORTI IN POCHE ORE Rivalità tra gang e motivi passionali. Nella notte sparatorie in Mississippi e Texas

629
sparatoria usa

Notte di sangue negli States. In Mississippi almeno due persone sono rimaste uccise in una sparatoria avvenuta al termine di una sfilata di carnevale nella cittadina di Pass Christian. Gli spari hanno provocato il panico tra la folla scatenando un “fuggi fuggi” generale che ha procurato un numero imprecisato di feriti. “Una situazione di caos”, l’ha definita la polizia locale. Da quanto emerso, l’episodio sarebbe legato alla rivalità tra due gang rivali attive nella zona per lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Un’altra tragedia, questa volta di natura “passionale”, è avvenuta nelle scorse ore in Texas: un ragazzo di 19 anni ha ucciso la madre e due vicini di casa prima di suicidarsi. L’episodio è avvenuto in una cittadina non lontana da San Antonio. Ancora sconosciute le cause. La facilità di procurarsi un’arma da fuoco negli States è stata alla base della disgrazia avvenuta in Alabama sabato scorso dove un bimbo di soli tre anni ha ucciso per errore la sorellina di 9 dopo aver preso una pistola carica lasciata incustodita su un comodino dai nonni.

Nonostante il presidente Barack Obama abbia avviato da tempo una battaglia per mettere freno alla diffusione delle armi negli Stati Uniti, l’iniziativa del Premio Nobel per la Pace è rimasta finora senza successo a causa della forte resistenza delle lobby dei fabbricanti di armi rappresentati dalla NRA (la National Rifle Association) che conta su un forte consenso al Congresso e tra la popolazione.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS