GIORNATA DEL TEATRO: SPETTACOLI GRATIS IL 22 OTTOBRE Il ministro Franceschini: "il pubblico scoprirà la bellezza di andare a teatro"

991
teatro

Teatro gratis per tutti ogni 22 ottobre. È la piccola rivoluzione culturale lanciata dal ministro della Cultura Dario Franceschini nelle scorse ore, dopo che giovedì sera era stato siglato un accordo tra la direzione generale per lo spettacolo dal vivo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) e Agis, l’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo che dal 1945 rappresenta gli imprenditori nei settori dell’esercizio cinematografico e delle attività pubbliche e private della prosa, della musica, della danza, dello spettacolo popolare e circense. La Giornata del Teatro riguarderà tutti i teatri sia pubblici sia privati, comprese le fondazioni liriche e i teatri di tradizione, dalla Fenice alla Scala, dall’Argentina al Mercadante fino ai teatri più piccoli.

Si tratterà, come spiega il direttore generale dello spettacolo dal vivo del MiBACT Ninni Cutaia, di una vera e propria festa culturale con eventi che andranno avanti tutto il giorno, “dagli spettacoli al mattino per le scuole alle visite guidate per far conoscere le meraviglie dei tanti bellissimi teatri italiani, agli spettacoli serali, che saranno di tutti i generi, dalla prosa all’opera alla danza. Una grande giornata di apertura e una grande generosità da parte dei teatri. “Quello che abbiamo siglato giovedì sera con l’Agis – conclude Cutaia – è veramente un accordo storico, un grande segnale da parte del teatro italiano e un risultato importante per tutto il settore. Siamo molto contenti che sia stata accolta la proposta del ministro”.

A partire dal 2017 la Giornata dovrebbe essere fissata al terzo sabato di ottobre. Intanto si pensa a un portale web dove raccogliere e rendere agevoli le prenotazioni. “Stiamo ragionando su un meccanismo di prenotazione per non rendere ingestibile la giornata – ha chiarisce Franceschini -. Certamente una parte delle persone che coglieranno questa opportunità dell’ingresso gratuito scoprirà la bellezza di andare a teatro e deciderà di continuare a frequentarlo” spiega fiducioso.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS