MORTE REGENI: DUE ARRESTI IN EGITTO, SABATO L’AUTOPSIA SUL CORPO Il corpo del ricercatore morto al Cairo arriverà a Fiumicino alle 13. Da lì sarà trasportata nell'istituto di medicina lega de La Sapienza

435
regeni

Due persone sospettate dell’omicidio di Giulio Regeni sono state arrestate al Cairo. Lo ha riferito all’Ansa una fonte della sicurezza egiziana. Domani alle 13 il corpo del ricercatore morto due giorni fa arriverà all’aeroporto di Fiumicino. La salma sarà poi trasferita nell’istituto di medicina legale de La Sapienza dove sarà eseguita l’autopsia disposta dalla procura di Roma, che indaga per omicidio doloso.

Sulla morte di Giulio Regeni “noi abbiamo un solo obiettivo: la verità. Stanno partendo squadre di investigatori italiani per collaborare con la polizia egiziana e sono convinto che al Sisi non si sottrarrà alla collaborazione e che i buoni rapporti con l’Egitto siano un fluidificante che aiutino nella ricerca della verità” ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano ad “agorà” su Raitre. “Tutte le procedure saranno attivate – ha aggiunto – perché la giustizia sia severa con i responsabili”

Il cadavere di Regeni è stato consegnato dalle autorità egiziane all’Ospedale italiano “Umberto I” del Cairo. Il corpo del giovane è stato trovato in un fosso della periferia della capitale egiziana. Sulla salma ci sono segni di bruciature di sigaretta, tortura, ferite da coltello e segni di una “morte lenta”

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS