GRAVE SICCITA’ IN ZIMBABWE: DICHIARATO LO STATO DI NECESSITA’ Il Paese africano è in ginocchio; il 26% della popolazione è a corto di cibo. Morti oltre 16 mila capi di bestiame

457
siccità

La grave siccità, che si protrae ininterrottamente da mesi, ha costretto le autorità dello Zimbabwe, uno degli Stati più floridi dell’Africa, a dichiarare lo stato di necessità. Il Paese è in ginocchio, con il 26% della popolazione che si trova a corto di cibo. Almeno 16.500 capi di bestiame sono morti e il 75% dei campi è stato abbandonato nelle aree più colpite.

Alla fine dello scorso anno erano stati offerti soltanto 46 milioni dei 132 necessari per garantire assistenza alimentare al milione e mezzo di abitanti dello Zimbabwe. Lo aveva denunciato Bishow Parajuli, coordinatore dell’Onu nel Paese africano.

La richiesta di fondi, sollecitata anche dal governo di Harare, era stata avviata ad agosto dopo mesi di piogge inferiori alla media stagionale. Particolarmente grave nelle regioni meridionali dello Zimbabwe, la siccità si è aggravata anche per le perturbazioni legate al fenomeno climatico di El Niño.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS