5 FEBBRAIO 1950, PER LA PRIMA VOLTA IL CALCIO IN TELEVISIONE In campo la Juventus contro il Milan, un incontro che si concluderà con la schiacciante vittoria del Milan

601
televisione

Pioveva e c’era tanta nebbia, il 5 febbraio di 66 anni fa, quando 50 mila spettatori erano nello Stadio Comunale di Torino per assistere alla partita Juventus- Milan, un incontro destinato a fare la storia del calcio italiano. Il risultato della partita segnò uno schiacciante 1 a 7 per i rossoneri, ma non fu il sorprendente esito a rendere importante l’evento.

Era il 1950, la televisione era ancora un strumento sconosciuto ai più, e quella era la prima partita del campionato italiano di Serie A ad essere trasmessa in Tv, anche se fu vista nella sola zona di Torino, perché solo nel capoluogo piemontese erano installati i ripetitori
La trasmissione dell’incontro fu un grande esperimento della Rai e rappresentò una delle prime prove in esterna della televisione italiana: le telecamere furono addirittura portate sul posto dai Vigili del Fuoco. Il telecronista, Carlo Bacarelli, uno dei pionieri della televisione italiana, capì fin dall’inizio che le telecamere avrebbero cambiato il modo di seguire il calcio: “vedevo figure vaghe, allora commentai guardando il monitor e mi accorsi che l’occhio elettronico è più sensibile di quello umano” raccontò poi Bacarelli, ricordando la pioggia e la nebbia di quel giorno.

Da allora, il modo di guardare le partite è cambiato, e di tanto. Le riprese di quel lontano 5 febbraio ci raccontano un’Italia completamente diversa, forse più sbiadita e meno patinata, ma sicuramente più sportiva.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS