COLDIRETTI: IL 2015 È L’ANNO DELLE DONNE IN AGRICOLTURA I giovani italiani, in particolare le ragazze sotto i 34 anni, si stanno convertendo all'agricoltura e il 78% di loro si dichiara più felice di prima

358
agricoltura

Nel 2015 le ragazze italiane under 34 che hanno scelto di lavorare nell’agricoltura sono aumentate del 76%, secondo un’indagine della Coldiretti. L’analisi, “Più lavoro in agricoltura dall’innovazione – Missione cambiamento: le risposte dei giovani agricoltori” ha evidenziato come la crescita femminile sia il triplo di quella registrata dai coetanei maschi, che comunque sono aumentati del 27% rispetto al 2014.

In Italia, quindi, si sta affermando una nuova generazione di 60 mila giovani allevatori, contadini, pescatori e pastori che decide di continuare l’attività familiare oppure – ed è questa la novità – provengono da altri settori che hanno cambiato completamente vita dedicandosi all’attività agricola. Questi nuovi agricoltori, tra l’altro, sperimentano con nuovi prodotti e nuove tecnologie, come l’energy drink contadino oppure il caviale di lumaca.

L’altra notizia sorprendente è che tra queste new entry la metà è laureata ed è molto soddisfatta (il 74%) del lavoro che fa, mentre il 78% si ritiene più felice di prima. Secondo la Coldiretti, fino al 2020 ci saranno opportunità di insediamento nel mondo dell’agricoltura italiana per circa 20 mila giovani, grazie all’approvazione di tutti i Piani di sviluppo rurale presentati dall’Italia da parte della Commissione europea.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS