IL SITO DEL FAMILY DAY OSCURATO DAGLI HACKER, ANONYMOUS: “LOVE IS LOVE” Gli hacker mascherati hanno anche lanciato un appello: "Se, come dite, volete difendere i vostri figli, astenetevi dal chiedere allo Stato di negare la possibilità alla comunità Lgbt di avere gli stessi diritti dei loro coetanei eterosessuali"

459

Uno o più attivisti di Anonymous hanno hackerato stanotte “FamilyDay2016.it”, il sito ufficiale della manifestazione romana. Sulla home page è comparsa la scritta “love is love” e l’accesso alle pagine del portale è stato bloccato fino alle 9 di questa mattina, alla faccia della democrazia e della libertà di pensarla diversamente in merito al discusso ddl Cirinnà. L’annuncio è stato rivendicato sul blog ufficiale Anonymous Italia. “Oggi sarete in piazza in migliaia – si legge sul blog – nonostante facciate fatica a immaginarlo, è molto probabile che tra i vostri figli vi siano molti ragazzi e ragazze che, anche se non vi hanno mai confidato nulla, sono gay, lesbiche, bisessuali e transgender e che, in questo momento, si stanno chiedendo se avranno una vita felice come tutti i loro fratelli e amici, oppure no. Quali stati d’animo pensiate possano prevalere quando vi sentiranno urlare in piazza che c’è una sola famiglia e che essere omosessuali, bisessuali, transessuali, ‘non è naturale’?”.

Gli hacker mascherati hanno anche lanciato un appello: “Se, come dite, volete difendere i vostri figli, astenetevi dal chiedere allo Stato di negare la possibilità alla comunità Lgbt di avere gli stessi diritti dei loro coetanei eterosessuali. Sono parole che non fanno male solo a noi, ma, prima di tutto, fanno male alle migliaia di giovani italiani che ancora non hanno il coraggio di dichiararsi nelle loro famiglie e non riescono a vivere serenamente e alla luce del sole la loro affettività”.

Non tutti i commenti degli utenti sono però stati favorevoli alla discutibile iniziativa. Un navigatore anonimo (!) ha infatti scritto sul blog: “Non ci siamo. Anonymous Italia, il vostro compito non è impedire con la forza l’espressione delle idee degli altri. Loro la pensano diversamente da voi, ma dovreste assicurare il loro diritto di parlare. Non so come vi sia venuto in mente, ma Anonymous difende la libertà di parola sempre”. “Siete stati capaci di oscurare con la vostra conoscenza di internet addirittura manifestazioni pacifiche!!!! A che pro? – si chiede un altro internauta – oscurantisti mi viene da pensare!!!”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS