ITALRUGBY VERSO IL 6 NAZIONI, PARISSE: “VOGLIAMO ESSERE LA SORPRESA” Secondo l'allenatore, Jaques Brunel, sarà una squadra competitiva che affronterà ogni sfida con entusiasmo

478

Dieci giocatori esordienti e un allenatore che lascerà l’incarico alla fine del torneo: è l’Italia del rugby che si prepara al 6 Nazioni, il torneo più importante, quello dove giocano le squadre che hanno fatto la storia di questo sport.

Il torneo inizierà il 6 febbraio, con l’incontro Italia – Francia, che si svolgerà allo Stade de France di Parigi. Al secondo turno, invece, l’Italia incontrerà l’Inghilterra allo Stadio Olimpico di Roma . Gli azzurri torneranno nella Capitale il 27 febbraio, per il decisivo incontro con la Scozia.

“Ci auguriamo di poter essere la sorpresa del 6 Nazioni – ha dichiarato Sergio Parisse, il capitano azzurro – ma penso che oggi non serva a niente parlarne e creare false aspettative”. Secondo il capitano questo sarà un torneo difficile, ma l’Italia ha tutte le carte in regola per vincerlo e per mettere in difficoltà anche le squadre che sembrano imbattibili.

“Probabilmente – ha precisato Parisse- a livello di esperienza peccheremo un po’ con l’innesto di tanti esordienti, ma dal punto di vista dell’entusiasmo e della volontà mi aspetto, soprattutto da parte loro, tanta voglia di fare bene”.

Jaques Brunel, che è al suo ultimo torneo alla guida dell’Italia, ha affermato di voler vedere in campo una squadra molto competitiva: “ è una sfida che affronto con grande entusiasmo – ha detto il ct – vogliamo dare un’immagine positiva di questa Nazionale e del rugby italiano in generale”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS