NIGERIA E KENYA FIANCO A FIANCO NELLA LOTTA AL TERRORISMO I presidenti dei due Paesi hanno ribadito il loro impegno contro il jihad

420
NIGERIA

Kenya e Nigeria sono fianco a fianco nella lotta al terrorismo. Lo hanno assicurato i due presidenti, rispettivamente, Uhuru Kenyatta e Muhammadu Buhari, nel corso di una conferenza stampa congiunta tenuta al termine del loro incontro presso la sede della presidenza di Nairobi. Ribadendo che il Kenya resta impegnato in prima linea nel sostenere la pace e la sicurezza in Africa, “presupposti essenziali per uno sviluppo sostenibile”, Kenyatta ha ringraziato la Nigeria per il suo sostegno al Kenya in seguito al recente attacco di al Shabaab alla base Amisom di el Ade, nel quale sono rimasti uccisi diversi militari kenioti.

“Apprezzo l’impegno della Nigeria e il suo supporto continuo al’Unione africana per ripristinare la stabilità in Somalia”, ha detto Kenyatta, citato dal quotidiano “Daily Nation”. Il presidente keniota ha quindi osservato che l’Unione africana, attraverso la missione Amisom, ha fatto passi da gigante per la stabilizzazione della Somalia, il che ha avuto ricadute positive per la pace e la stabilità in altri paesi della regione. “La vostra presenza alla cerimonia commemorativa di ieri (alla caserma militare di Eldoret, ndr) è stato un grande conforto morale per noi, i nostri soldati e le loro famiglie”, ha detto Kenyatta all’omologo nigeriano.

Secondo quest’ultimo, la battaglia contro il terrorismo va combattuta su tutti i fronti e nessun paese è immune alla sua minaccia. “Questo è il motivo per cui l’intera comunità globale deve lavorare in modo concertato, in particolare nel settore dello scambio d’informazioni d’intelligence e nella messa in comune delle risorse per affrontare questo flagello”, ha detto Buhari. Per vincere la guerra contro il terrorismo, ha proseguito il presidente nigeriano, devono essere sviluppate strategie “nuove e versatili” che sappiano affrontare la radicalizzazione e l’estremismo violento. “La narrazione e l’ideologia estremista all’interno delle nostre società devono essere affrontati attraverso una contro-narrazione che enfatizzi l’educazione, la moderazione e la tolleranza”.

I due leader hanno inoltre convenuto sulla necessità di promuovere i rapporti commerciali tra i due Paesi, sostenendo entrambi che gli scambi commerciali e gli investimenti intra-africani sono fondamentali per l’integrazione del continente. Il presidente Kenyatta ha poi sottolineato che una serie di impegni ad alto livello raggiunti dai due paesi negli ultimi anni hanno fornito l’occasione per un maggiore impegno sia a livello governativo che nel settore privato. “Si tratta di impegni che dobbiamo mantenere per il reciproco vantaggio della nostra popolazione e dei nostri paesi”, ha detto Kenyatta. All’incontro hanno partecipato, per la delegazione keniota, il vicepresidente William Ruto, i segretari di gabinetto della presidenza e il procuratore generale Githu Muigai.

La delegazione nigeriana includeva invece il ministro dell’Industria, del commercio e degli Investimenti, Okechkwu Enelama, e il ministro degli Esteri, Khadija Bukar Ibrahim. Il momento culminante della visita di Buhari, che si è aperta ieri e si concluderà domani, sarà la partecipazione a un business forum congiunto Kenya-Nigeria che sarà co-presieduto dai due presidenti. Al termine della missione in Kenya, domani Buhari volerà ad Addis Abeba per partecipare al vertice dei capi di stato e di governo dell’Unione africana, in programma sabato e domenica prossimi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS