ITALIANI SEMPRE PIU’ DIPENDENTI DAI FARMACI

354
farmaci

In Italia si soffre principalmente di gastrite, malattie cardiache e asma e i cittadini consumano una scatola e mezzo di farmici al mese, con ben 14 confezioni acquistate nei primi 9 mesi del 2015. Sono informazioni che si possono ottenere leggendo il nuovo rapporto OsMed – L’uso dei farmaci in Italia, gennaio/settembre 2015 – pubblicato dall’Agenzia Italiana del Farmaco.

I dati emersi dallo studio indicano che i consumi in regime di Servizio Sanitario Nazionale hanno un andamento differente rispetto a quelli dello scorso anno e che mentre diminuiscono le prescrizioni dei medici, al contrario aumentano gli acquisti di medicine. La media, comunque, è di 1.041 dosi ogni mille abitanti, ossia una dose al giorno a persona.

Il rapporto, inoltre, spiega quali sono i farmaci più acquistati dagli italiani: i principi attivi utilizzati sono sempre gli stessi e curano, più o meno, tre tipologie differenti di malattie. La sostanza più utilizzata è il pantoprazolo, un efficace protettore gastrico; al secondo posto c’è invece la rosuvastatina, utilizzata per curare numerose malattie cardiache; infine, troviamo il salmeterolo, un anti asma. Questi principi attivi rappresentano il 40% della spesa farmaceutica in Italia e sono quindi indicativi di quali siano le patologie più curate del nostro Paese.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS